"Vespa Milano Tokyo"

La nuova Vespa d'arte firmata dall'artista veneziano Luca Moretto.

A undici anni di distanza dalla realizzazione di “Vespa Venice” Luca Moretto torna ad illuminare con l'arcobaleno dei suoi inconfondibili grafismi la scocca di una Vespa. Questa sua nuova opera d'arte vespistica non è però destinata alla staticità del pezzo da museo o da galleria d'arte. Così come fu per la “Vespa Dalì”, scooter unico ed inestimabile per le pennellate astratte vergate del celeberrimo artista spagnolo, che prima di finire esposta tra le Vespa d'arte custodite al Museo Piaggio fu il veicolo utilizzato da Antonio Veciana e Santiago Guillem per il loro “Giro del Mondo in Vespa in 79 giorni”, anche per la “Vespa Milano Tokyo” la galleria dove poterla ammirare saranno i 13mila chilometri di strada che separano l'Italia dal Giappone.

Così parla di questa sua opera Luca Moretto: “Ridevamo qualche anno fa, quando dicevamo che "Vespa Venice ne ha fatta di strada", effettivamente di chilometri ne ha fatti molti per le varie trasferte (tra cui una a San Pietroburgo), ma "Vespa Milano Tokyo" i chilometri li farà sulle sue due ruote per merito di Fabio Cofferati che la guiderà fino a Tokyo, ripetendo l'impresa compiuta da Roberto Patrignani in occasione dei Giochi Olimpici del 1964! Fabio, dopo la notizia che a causa della pandemia non avrebbe più potuto partire nel 2020 mi ha scritto per propormi di fare qualcosa di artistico sulla sua Vespa, qualcosa che ricordasse un po' anche la storia della Vespa Dalì. Fu una bella soddisfazione ricevere quel suo messaggio in cui mi disse che voleva coinvolgermi nel progetto, affidandomi la parte artistica della sua Vespa e la richiesta fu molto chiara: 'Voglio che le persone che mi sorpassano in auto mentre sono in viaggio capiscano che sto compiendo un'impresa e quale sia la meta, ed io le sto dando un look che non lascerà spazio all'immaginazione per chi la incontrerà mentre sarà guidata verso l'altra parte del mondo! Mi sono fatto quindi spedire prima il pezzo che avevamo accordato di fare e poi, per farla ancora più bella e completare l'opera non limitandomi a vedere solo una bandina, gli ho fatto smontare anche il parafango anteriore".

A condurre l'artistico scooter alla volta del Paese del Sol Levante sarà Fabio Cofferati, sfegatato vespsita parmense che della Vespa ha fatto una ragione di vita impegnandosi con profitto in tutte sfaccettature di questa sua passione, dal viaggio al collezionismo, dalla manutenzione al restauro, alla ricerca storica e culturale ai fini della sua condivisione.

Fabio Cofferati racconta di come è nata la collaborazione con Luca Moretto:

“L'estate scorsa dopo l'annullamento dei Giochi Olimpici ed essermi dovuto rassegnare a rimandare la partenza per il Giappone ho contattato Luca Moretto, autore di “Vespa Venice”, una delle opere che meglio rappresenta la gioia legata al nostro amato insetto metallico. Ci siamo conosciuti ed abbiamo instaurato un forte legame, così ho proposto a Luca, che ha anche la passione per la comunicazione, di farmi da PR prima, durante e dopo il viaggio. Luca ha avuto un incidente motociclistico che dopo varie vicissitudini, lo ha portato all'amputazione di una gamba. Da questa brutta esperienza ha reagito mettendo il colore al centro della sua vita. Purtroppo tuttora soffre di una rara patologia, il dolore cronico da arto fantasma. Per questo è seguito dall'Associazione ISAL, del professor William Rafaeli, luminare in questo campo. Era già mia intenzione a fine viaggio di trovare un modo di sfruttare la visibilità della mia impresa per raccogliere proventi da devolvere a qualche associazione e dare un ulteriore senso a ciò che sto facendo. ISAL è capitata a fagiolo, confermando che la vita è un puzzle e tutte le tessere si incastrano per formare l'immagine finale".


  • b-facebook
  • Twitter Round
  • Instagram Black Round
SEARCH BY TAGS: