Sulle ali della Vespa

Il film (short movie) è stato realizzato con il patrocinio del Mibact e il contributo SIAE per il bando denominato "Per chi Crea" (Codice 1201803022120). Il progetto è stato coordinato dall'Istituto Professionale Ipsia di Pontedera e prodotto dalla Rec srl di Pisa.

Il bando SIAE è stato vinto da un’idea progettuale di Renato Raimo che ne ha poi sviluppato il soggetto, la sceneggiatura, diretto il percorso formativo didattico e firmato la regia. Raimo ha di fatto realizzato un “reality movie”, un progetto formativo, che ha visto coinvolto le classi terze dell'istituto Ipsia di Pontedera. Gli studenti hanno partecipato ai laboratori formativi, dei veri e propri contenitori dei vari settori produttivi e creativi che concretizzano un’opera cinematografica:

Laboratori di Sceneggiatura – Scenografia - Costumi – Trucco – Parrucco – Casting – Recitazione - Educazione al Set cinematografico - Regia – Set – Attoriale – Post Produzione – Back stage.)

Nove studenti hanno poi interpretato i protagonisti del film.

Il “Reality Movie”: Gli studenti che hanno partecipato ai vari laboratori, hanno quindi fattivamente contribuito alla realizzazione del film, assumendo alla fine la consapevolezza di ciò che richiede, da un punto di vista professionale, la realizzazione di un’opera cinematografica. Nove studenti hanno poi interpretato i protagonisti del film, previamente educati al set.

Nello sviluppo dell'intero progetto i laboratori sono stati curati da figure professionali del mondo del cinema i quali hanno ricoperto ruoli di tutor. Gli stessi hanno poi fatto parte della troupe seguendo gli studenti anche sul set.


Sulle Ali della Vespa…un film per i giovani e i meno.

L'idea vincente di Raimo è stata quella di rappresentare, oggi, la trasmigrazione del mito della Vespa da un nonno novantenne, ex operaio della piaggio, al nipote sedicenne. In questa azzardo di salto generazionale il “mito” viene valorizzato e attualizzato attraverso lo stupore del giovane protagonista. L' aspetto tecnologico innovativo che racchiude in se la Vespa, simbolo della capacità di reinventarsi, è puro fascino agli occhi del giovane Corradino che inevitabilmente ne subisce il richiamo emozionale alla libertà. Elemento questo, che fa del veicolo a 2 ruote più famoso al mondo, un simbolo che non ha pari nella storia dei motori sin dall’immediato dopo guerra.


Ma oggi siamo nel 2020 e Corradino si muove trasversalmente in uno spaccato di vita vissuta di un gruppo di adolescenti dei quali, nel racconto cinematografico, se ne delineano i contorni, i colori e i caratteri, evidenziando, al di là dei luoghi comuni, che i giovani sanno distinguere benissimo tra sogno e realtà e che forse proprio per questo sono più determinati a realizzarli.


La Location: uno dei paesi più importanti e ben conservato dell’entroterra pisano, Vicopisano, un borgo medioevale disteso posato all’ombra del Monte Pisano e che con i suoi vicoli e le sue torri si è reso complice di questa emozionante quanto semplice e appassionata storia d’amore.


L’Importanza della scuola: questo progetto è stato realizzato con la supervisione, la passione e la coerenza progettuale del corpo docente dell’istituto Ipsia di Pontedera la cui dedizione andrebbe menzionata quale esempio di concreto senso di appartenenza allo spirito professionale che eleva e conferma l’importante ruolo della scuola nella formazione umana e professionale dei nostri giovani.


La dedica: Raimo ha dedicato il film all'ingegnere Corradino d'Ascanio del quale ha portato in scena parte della sua vita nell’opera teatrale “Controvento…storia a passo variabile dell’uomo che creò la Vespa”.

Perché diffondere questo progetto: per il valore dei contenuti e degli obiettivi raggiunti riteniamo che l'opera "Sulle Ali della Vespa”, meriti tutto il sostegno e la spinta per una sua ampia divulgazione in Italia e all’estero. L’auspicio è che questo prodotto cinematografico possa diffondere tutto ciò che esso racchiude ed essere al di là dell’opera che esso rappresenta, un veicolo divulgativo del nostro territorio, della Toscana, dell’Italia, del grande mito della Vespa che merita di essere mantenuto vivo nelle nuove generazioni, di una scuola che funziona e che genera crescita intellettuale ed emozionale.

Questo film, girato tra il 19 e il 22 settembre 2020 - nel rispetto delle norme anticovid vigenti dimostra - che con la passione e le buone idee, e con l’aiuto di chi sa riconoscere la validità delle stesse, anche in un momento storicamente difficile come questo, il cinema è restato vivo. Un film dunque girato al tempo del Covid19 che riaccende speranza e sorriso in chi ama il cinema e in chi il cinema lo fa.


“SULLE ALI DELLA VESPA”

un film di Renato Raimo

Idea e soggetto

di Renato Raimo

Sceneggiatura

di Renato Raimo e Kris B. Writer fonte: https://business.facebook.com/SulleAlidellaVespa/

  • b-facebook
  • Twitter Round
  • Instagram Black Round
SEARCH BY TAGS: